Stemma del Comune di Busto Garolfo
Martedì 19 marzo 2019 
Comune di Busto Garolfo

Provincia di Milano

Agenda 21 Locale

Indice pagina
farfalla

Agenda 21 Locale, in estrema sintesi, è un documento di intenti ed obiettivi programmatici su ambiente, economia e società, sottoscritto da oltre 170 paesi di tutto il mondo, durante la Conferenza su Ambiente e Sviluppo (UNCED) svoltasi a Rio de Janeiro nel giugno 1992. In particolare, nel capitolo 28 "Iniziative delle amministrazioni locali di supporto all'Agenda 21" si legge "Ogni cittadini, le organizzazioni locali e le imprese private e adottare una propria Agenda 21 locale.
Attraverso la consultazione e la costruzione del consenso, le amministrazioni locali dovrebbero apprendere e acquisire dalla comunità locale e dal settore industriale, le informazioni necessarie per formulare le migliori strategie".

In pratica l’attivazione del processo di A21 riguarda una serie di azioni e di interventi volti al miglioramento ambientale e territoriale, in particolare per quanto concerne l’ambito urbano ed i sistemi di sostenibilità e ottimizzazione delle risorse.
La scelta di attivare il processo relativo all’Agenda 21 Locale a Busto Garolfo deriva dall’esigenza di proporre soluzioni alternative di sviluppo sostenibile che possano concretamente pianificare gli interventi e i piani di azione su un territorio potenzialmente ricco ma scarsamente tutelato e valorizzato dal punto di vista ecologico e ambientale.

(I collegamenti successivi porteranno a siti esterni)
Questi intenti si stanno concretizzando mediante lo sviluppo a livello cittadino di una propria Agenda 21 in conformità con quanto delineato durante l' Earth Summit di Rio'92 e allineata con le più innovatrici città Italiane ed Europee.

Di seguito si presenta una sintetica iniziative adottate o o previste a Busto Garolfo.

La carta di Aalborg

La carta di Aalborg rappresenta l'impegno concreto delle città firmatarie all'adesione della campagna della città europee sostenibili ed a promuovere, nelle rispettive comunità, il consenso sull'Agenda 21 a livello locale.
Con la Delibera di Giunta Comuanle n. 53 del 12.9.02 (pdf 9Kb), anche la città di Busto Garolfo ha aderito alla Carta di Aalborg (pdf 74Kb), entrando a far parte della Campagna per le Città Sostenibili e soprattutto impegnandosi ad adottare piani d'azione di lungo periodo che mirino alla salvaguardia dell'ecosistema comunale e del suo sviluppo secondo i principi della sostenibilità.

Impegnarsi in tal senso sottintende la volontà di porre la preservazione dell'ambiente come cardine dello sviluppo, considerandolo indissolubilmente legato alla necessità di soddisfare i bisogni non solo della popolazione presente ma anche di quella futura: i nostri figli.

Torna su

Il progetto proposto

Il Comune di Busto Garolfo ha elaborato un progetto teso ad attivare e sviluppare il processo di “Agenda 21 locale” al fine di elaborare un piano di azioni e progetti orientato alla sostenibilità ambientale del territorio. Tale progetto, nell'ambito di una specifico bando della Regione Lombardia denominato “Promozione delle Agenda 21 locali e di altri strumenti di sostenibilità ambientale”, si è classificato al primo posto nella graduatoria di approvazione.
Il primo passo verso l’attuazione dell’Agenda 21 locale che si intende realizzare è la La Relazione sullo Stato dell'Ambiente, che costituisce uno strumento di conoscenza ambientale del territorio.
Il secondo è la costituzione di un Forum permanente (pdf 164,27Kb) di Agenda 21 locale e relativa selezione da parte dello stesso dei temi da approfondire. I risultati attesi sono:

  • focalizzare l’attenzione dell’Amministrazione Comunale e della popolazione verso ciò che è più importante ed urgente in campo ambientale;
  • informare ed orientare il comportamento dei cittadini e delle imprese affinchè tutti possano contribuire alla tutela dell’ambiente;
  • attivare un processo partecipativo di sviluppo sostenibile.

Nell’ambito del lavoro di raccolta e predisposizione dei dati e dei documenti di base attorno ai quali sviluppare la RSA per il nostro territorio, l’attivazione di Agenda 21 può rappresentare l’occasione di condividere, discutere e pubblicare un rapporto interattivo nei vari settori di interesse.
Nel caso abbiate materiale e documentazione che ritenete utile alla conoscenza del vostro ambito di lavoro o comunque per qualsiasi spiegazione e chiarimento, non esitate a contattarci.
Se volete da subito contribuire con le vostre impressioni e suggerimenti, scaricate il questionario A21 (doc 46Kb), compilatelo evidenziando le risposte che intendete dare e rispeditelo al nostro indirizzo di posta elettronica,

Torna su

A21Locale a Busto Garolfo

Uno dei primi risultati del progetto di attivazione di A21L è stata la realizzazione di un opuscolo informativo sul significato di A21, i motivi per cui si è deciso di intraprendere tale percorso ed una sintesi dei primi dati rilevati sul territorio di Busto Garolfo.

La relazione, che puoi scaricare qui in formato elettronico (pdf 1,48MB), contiene, in versione sintetica e semplificata, alcuni dei capitoli base della Relazione sullo Stato dell'Ambiente.
Tale opuscolo divulgativo è stato successivamente distribuito all'intera cittadinanza.

Torna su

La relazione sullo Stato dell'Ambiente

La Relazione sullo Stato dell'Ambiente (RSA) è il principale strumento conoscitivo, previsto da un'Agenda 21 Locale, che definisce la situazione ambientale del territorio comunale.
Stato dell'Ambiente che è articolato in differenti componenti ambientali: aria, risorse idriche, suolo e sottosuolo, natura e biodiversità, energia, rumore, rifiuti, ma anche territorio, trasporto e mobilità, attività produttive, etc..

Dopo un primo lavoro di specifica ricerca e riorganizzazione dei dati, della documentazione e degli indicatori ambientali a disposizione per il territorio di Busto Garolfo è stata predisposta, realizzata e distribuita a tutti gli enti, le associazioni e le persone interessate una RSA, che puoi scaricare qui in versione "light" (pdf 1,71MB), ossia alleggerita di alcune figure per permetterne un più rapido scaricamento via internet.

Tale versione, che definiremo "all'anno zero", deve essere considerata di riferimento per successivi indagini, integrazioni, aggiornamenti e correzioni da realizzare tra qualche anno sulla base delle considerazioni e degli sviluppi che il forum permanente indicherà.

Torna su

Le buone pratiche

Le buone pratiche (dal termine inglese best practice) non sono altro che tutte quelle azioni che possono contribuire, direttamente o indirettamente, alla conservazione della natura e al miglioramento della sostenibilità ambientale.
Ci sono tantissimi modi di "collaborare": nel "Sussidiario delle buone pratiche" (pdf 1,64MB) ne abbiamo riassunte più di un centinaio per tutti i gusti e tutte le tasche!

Per quale motivo?
Perchè ognuno di noi "consuma" praticamente in ogni momento della sua vita una piccola parte di energia o materia senza sapere se ... basterà per tutti!
Per esempio, sapevi che tutti i prodotti chimici in commercio hanno, ognuno alla loro maniera, un fortissimo impatto ambientale?
Per ambiente s'intende, oltre che l'ambiente fuori casa, anche l'ambiente di casa, in cui continua ad aumentare l' inquinamento domestico dovuto al largo uso di prodotti chimici quali spray, deodoranti, detersivi, anticalcare, sbiancanti, candeggine, prodotti specifici per pulizie di ogni cosa. E se reimparassimo a utilizzare detersivi Bioallegri?! (pdf 1,29MB)
Le buone pratiche, individuali o colletive, possono riguardare:

  • semplici abitudini che possono sembrare insignificanti ma che in realtà sono molto importanti, come ad esempio quella di chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti o usare i sacchetti di tela anzichè quelli di plastica!
  • comportamenti orientati a miniizzare gli sprechi, in particolare quando si fa la spesa o si usa l'automobile
  • stili di vita all'insegna del "ecological correct": ti sei mai chiesto quanto puoi far "risparmiare" (e risparmiare anche tu) sull'acqua che bevi?!
  • interventi più o meno complessi per il buon funzionamento delle apparecchiature che usiamo più frequentemente (di che classe è il tuo frigorifero ? Hai mai pensato di dotarti di un impianto ad energia solare?!)

Vuoi qualche esempio concreto?
Prova a entrare nella Casa dell'Ecorisparmio (sito esterno) scoprirai inoltre che, con le buone pratiche non ci guadagna solo l'ambiente ...

Torna su

Torna su


Ultimo aggiornamento: Luglio 2015


Sito Ufficiale del Comune di Busto Garolfo © 2012 -  Privacy  -  Copyright  -  Note Legali  -  Informativa sui cookie

CSS Valido!  Valid XHTML 1.0 Strict