Stemma del Comune di Busto Garolfo
Martedì 25 luglio 2017 
Comune di Busto Garolfo

Provincia di Milano

Amministrazione trasparente

Pagamenti dell'amministrazione

Indice:


Indicatore di tempestività dei pagamenti

Ultimo aggiornamento: 28/04/2017

L’indicatore di tempestività dei pagamenti è dato dai giorni di ritardo medio di pagamento ponderato in base all’importo delle fatture. Se negativo i pagamenti sono stati effettuati mediamente in anticipo sulla scadenza della fattura.

Indicatore tempestività pagamenti anno 2017 - DPCM 22 settembre 2014

Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2017 al 31/03/2017 è pari a giorni -12.


Indicatore tempestività pagamenti anno 2016 - DPCM 22 settembre 2014

Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2016 al 31/03/2016 è pari a giorni -6.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/04/2016 al 30/06/2016 è pari a giorni -15.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/07/2016 al 30/09/2016 è pari a giorni - 11.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/10/2016 al 31/12/2016 è pari a giorni - 12.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2016 al 31/12/2016 è pari a giorni - 12.


Indicatore tempestività pagamenti anno 2015 - DPCM 22 settembre 2014

Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2015 al 31/12/2015 è pari a giorni -5,33.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/10/2015 al 31/12/2015 è pari a giorni -1,23.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/07/2015 al 30/09/2015 è pari a giorni -3.
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/04/2015 al 30/06/2015 è pari a giorni -18
Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2015 al 31/03/2015 è pari a giorni 1.


Indicatore tempestività pagamenti anno 2014 - DPCM 22 settembre 2014

Si certifica che l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il periodo dal 01/01/2014 al 31/12/2014 è pari a giorni 17.


Indicatore tempestività pagamenti anno 2013

Come da certificazione ai sensi dell'articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014 n. 66: Tempi medi di pagamento anno 2013: 22,03


Indicatore tempestività pagamenti anno 2012

Tempo medio di pagamento determinato tra la data di arrivo (protocollo) della fattura e la data di emissione del mandato di pagamento:


Si comunica che con delibera di Giunta Comunale n. 187 del 15.12.2009, dichiarata immediatamente eseguibile, in ottemperanza a quanto previsto dall'art. 9 del Decreto Legge n. 78/2009 convertito in Legge n. 102/2009 (decreto anticrisi), sono state definite e approvate le misure organizzative finalizzate al rispetto della tempestività dei pagamenti delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti di seguito riportate:
"...I Responsabili di Settore/Servizio dovranno:

  1. trasmettere le determinazioni di impegno di spesa entro 10 giorni dalla relativa adozione all'Ufficio Ragioneria, nonché verificare, prima dell'ordinazione della spesa, che la relativa determinazione di impegno sia divenuta esecutiva;
  2. verificare le eventuali condizioni e termini di pagamento evidenziate in preventivi, offerte, proposte di collaborazione, ecc. pervenute da fornitori dell'Ente ;
  3. dare atto nel testo del provvedimento di assunzione di spesa dell'eventuale pattuizione di termini di pagamento differenti da quelli ordinariamente stabiliti dal vigente regolamento di contabilità;
  4. trasmettere gli atti di liquidazione di spesa all'Ufficio Ragioneria, debitamente firmati e completi di tutti gli allegati, entro 15 giorni precedenti la scadenza del pagamento al fine di consentire il rispetto dei tempi tecnici necessari al Settore Economico-Finanziario per l'emissione dei mandati ed al Tesoriere dell'Ente per l'effettuazione del pagamento.

Il Responsabile del Servizio Finanziario dovrà:

  1. verificare la compatibilità derivante dall'assunzione dell'impegno di spesa con lo stanziamento di bilancio (art.151, comma 4 del Decreto Legislativo n.267/2000);
  2. consegnare le fatture di spesa ai vari servizi entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento delle stesse dal Protocollo dell'Ente;
  3. inviare i mandati di pagamento al Tesoriere dell'Ente telematicamente ed in forma cartacea.

Si rammentano,inoltre, gli ulteriori adempimenti di legge in merito alla regolarità degli atti di liquidazione delle spese, quali, a titolo esemplificativo:

  1. obbligo di acquisire da parte di ciascun responsabile preventivamente il DURC in corso di validità e con esito regolare;
  2. divieto di effettuare pagamenti superiori ad euro 10.000,00 a favore dei creditori della Pubblica Amministrazione morosi di somme iscritte a ruolo pari almeno ad euro 10.000,00 verso gli agenti della riscossione (verifica Equitalia), tale verifica verrà effettuata dal servizio ragioneria;
  3. obbligo di indicazione delle coordinate IBAN del beneficiario nei mandati di pagamento per l'esecuzione dei bonifici.

Si rammentano,infine, gli indirizzi già forniti con atto di Giunta Comunale n. 119 del 21/07/2009..."


Ammontare complessivo dei debiti

Ultimo aggiornamento: 04/05/2017

Le pubbliche amministrazioni pubblicano, con cadenza annuale, l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici ( art. 33 del D.Lgs. n. 33/2013, come modificato dal D.Lgs n. 97/2016).

Anno 2017

Per il 1° trimestre 2017, in base alle estrazioni ed alle analisi effettuate, l’ammontare complessivo dei debiti del Comune di Busto Garolfo è pari a € 431.431,42 (in gran parte in pagamento) e il numero delle imprese creditrici è 59, compresi tutti i soggetti che vantano crediti, ivi inclusi singoli professionisti.

Si fa presente che sono conteggiate anche le fatture oggetto di contestazione e quelle non ancora scadute alla data della presente pubblicazione.


Anno 2016

Per l'anno 2016, in base alle estrazioni ed alle analisi effettuate, l'ammontare complessivo dei debiti del Comune di Busto Garolfo è pari a € 1.576.900,95 (in gran parte in pagamento) e il numero delle imprese creditrici è 66, compresi tutti i soggetti che vantano crediti, ivi inclusi singoli professionisti.

Si fa presente che sono conteggiate anche le fatture oggetto di contestazione e quelle non ancora scadute alla data del 31/12/2016.


Comunicazione di assenza di posizioni debitorie per la ricognizione del debito ai sensi del decreto legge 8 aprile 2013, n.35, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2013, n.64 Comunicazione dei debiti non estinti maturati al 31 dicembre 2012

Atto 1125274000000001 - Data 11/09/2013

Con riferimento all'obbligo di Comunicazione dei debiti non estinti maturati al 31 dicembre 2012 di cui all'articolo 7, commi 4 e 4-bis, del decreto legge 35/2013, convertito con legge 64/2013, si dichiara che, per l'Amministrazione/Ente Comune di Busto Garolfo - ufficio Comune di Busto Garolfo - UFFICIO RAGIONERIA, alla data della presente comunicazione, non risultano debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre dell'anno 2012 e non estinti per somme dovute per somministrazioni, forniture e appalti e per obbligazioni relative a prestazioni professionali.


Pagina precedente  Home

Prossimi Eventi di Luglio:

27 - Convocazione Consiglio Comunale (Consiglio Comunale)
Visualizza Eventi

Prossime scadenze (25/07 - 08/08):
Nessuna scadenza nel periodo.
Scadenziario

IMU/TASI:
Collegamento al sito (esterno) per il calcolo dell'IMU e della TASI



Prossimo Consiglio Comunale:
Giovedì 27 luglio 2017  Visualizza

Appalti, Bandi e Concorsi:
Appalti/Bandi: 2 Attivi Appalti/Bandi
Concorsi/Mobilità: 0 Attivi

S.U.A.P. (sito esterno)
SPORTELLO TELEMATICO SUAP


Sito Ufficiale del Comune di Busto Garolfo © 2012 -  Privacy  -  Copyright  -  Note Legali  -  Informativa sui cookie

CSS Valido!  Valid XHTML 1.0 Strict